328 2863883 | claudio.miale@gmail.com

La grafologia peritale-giudiziaria si occupa, grazie alle leggi della grafologica e della perizia grafica, e con l'aiuto di adeguata strumentazione, (microscopio, ottima macchina fotografica, lampade e filtri all'infrarosso, fibre ottiche, luci all'ultravioletto, ecc.), di accertare i falsi in scrittura, (firme, testamenti, scritture private, lettere anonime ecc). Spesso l'esame peritale di documenti, di firme e soprattutto di testamenti è così difficile, che oltre alla conoscenza teorica, alla strumentazione adeguata ed all'esperienza maturata, è indispensabile confrontarsi con altri colleghi. Lo studio Grafologico-Peritale M. Miale ed il prof. Gaetano Miale assicurano il confronto, per poter giungere alla soluzione dei casi nel modo più scientificamente serio e ponderato possibile.


WebMaster Claudio Miale

Esempi di falsi:

L’importo originario da 1.000 è diventato fraudolentemente 7.000.
L’infrarosso rivela la presenza di due penne diverse: l'"1" è stato trasformato in "7":



Alterazioni/manomissione:
firma fatta passare per genuina su un documento in originale; ma il microscopio smaschera la riproduzione della firma ottenuta con stampante a colori, su documento interamente falso:



Abrasioni/cancellature:
fibre sollevate messe in risalto con luce radente e con i raggi ultravioletti:

Pagliuzze sensibili all’U.V. che dimostrano che l’assegno è in originale:

Il filtro all’infrarosso rivela se sotto il tracciato grafico vi sono, o meno, altri tracciati o altri tratti vergati con altre penne:

Ordine di sovrapposizione dei tratti rilevati al microscopio con luce polarizzata: prima c'era la linea stampata poi, sopra, è stata apposta la firma: